Kandinsky

Regia e Coreografia: Stefania Curtoni

Musiche: Giovanni Panozzo

Partendo dalla teoria del colore di Kandinsky si ricerca la profonda relazione tra colore e movimento. La ricerca coreografica si sviluppa intorno al rapporto tra colore-movimento-musica.

Il colore come energia che si traduce nel movimento in relazione allo spazio e il tempo. La musica come legante, giunge direttamente all’anima creando un eco di emozioni.

Un profonda riflessione evidenzia la centralità della figura dell’artista, il suo percorso spirituale e psicologico che lo spinge alla creazione.